NUOVO SPESOMETRO TRIMESTRALE 2017: ISTRUZIONI, SCADENZE e SANZIONI
Tutte le Notizie



Dopo un solo giorno dalla proroga al 5 ottobre concessa dall’Agenzia delle Entrate per i disagi del servizio web, si preannuncia la possibilità di allungare ulteriormente il termine di presentazione della comunicazione dei dati delle fatture.

L’ulteriore slittamento è ancora da decidere, ma sulla questione si è già pronunciato favorevolmente il viceministro all’Economia e il direttore dell’Agenzia delle Entrate.

Se così fosse si arriverebbe all’ennesima proroga dell’adempimento dopo il caos normativo che si è già creato, facciamo un riepilogo:

-  Il D.I. 193/2016 aveva fissato la data del 31 maggio per l’invio della Spesometro, che inizialmente doveva essere trimestrale;
-  Il Milleproroghe (D.I. 244/2016) ha modificato per l’anno 2017 la cadenza trimestrale, portandola a semestrale, e fissando la prima data di invio per il 18 settembre;
-  Il Dpcm del 5 settembre 2017 (pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 244 del 25.09.2017, ha prorogato il termine al 28 settembre.
-  L’Agenzia delle Entrate, a seguito del black out del servizio web “Fatture e Corrispettivi”, avvenuto tra il 22 e il 25 settembre, ha concesso un differimento al 5 ottobre, comunicando che saranno ritenute tempestive le comunicazioni dei dati delle fatture  presentate entro il 5 ottobre 2017.

Inoltre, in considerazione delle obiettive difficoltà riscontrate, per questo primo invio dei dati il fisco potrà non applicare le sanzioni per meri errori materiali e/o nel caso degli invii effettuati dopo il 5 ottobre, ma entro 15 giorni dalla scadenza originaria.

L’ultimo intervento dell’Agenzia delle Entrate non ha però soddisfatto le richieste del Consiglio nazionale dei dottori commercialisti sia per la scadenza, ancora troppo vicina, sia per il congelamento delle sanzioni, che é rimesso alla facoltà degli uffici territoriali.

E’ probabile ipotizzare quindi che il governo effettuerà un intervento correttivo per lo spesometro, sia per la scadenza sia per il congelamento delle sanzioni.

Si ricorda anche che la nuova cadenza dell’obbligo del nuovo spesometro non è più annuale ma semestrale e che diventerà trimestrale dal 2018 ma nuove sono anche le modalità di trasmissione, non più il modello di comunicazione polivalente ma la nuova piattaforma “Fatture e Corrispettivi”.

 
 
Scopri tutto quello che possiamo offrirti e contattaci senza alcun impegno! Il Nostro servizio a 360°

LE NOSTRE SEDI:

MILANO
LUCCA
BOLOGNA
VIAREGGIO
PISA
MASSA


***CELL:347/3674033***


Email:
studioturri@gmail.com
studioturri@commercialistalucca.com

ORARIO

Dal Lunedì al Venerdì
mattino: 9:00-13:00
pomeriggio:15:00-19:00


Dicembre 2017 : Privacy e protezione dei dati personali - Sei in regola con il nuovo regolamento Europeo per la Privacy? Il 25 Maggio 2018 entrerà in vigore!
Contattaci!!