IN AUMENTO GLI INFORTUNI SUL LAVORO
Tutte le Notizie



Dall’inizio dell’anno si sono registrati 29 vittime in più a confronto dello stesso periodo dello scorso anno: 591 decessi nel 2017 contro i 562 del 2016 (+ 5,2%). Un dato allarmante e preoccupante.
Non può essere compreso e condiviso il ragionamento del sottosegretario al lavoro Luigi Bobba per il quale "In qualche modo negli anni passati si scontava il fatto di una diminuzione delle ore lavorate e, quindi, di un calo degli infortuni. Ora con la ripresa economica più sostenuta si registra un aumento dei casi". Significa forse che, come auspicabile, con la ripresa economica in atto dovremo abituarci e prevedere nuovi morti sul lavoro?
 
Certo lo stesso sottosegretario poi afferma che "bisogna continuare a investire sulla prevenzione e sulla sicurezza. Un investimento che però non tocca solo i datori di lavoro, ma anche i giovani i quali devono imparare a conoscere le norme sulla sicurezza del settore in cui lavorano o andranno a lavorare". Affermazione interessante che, però, non può restare una buona intenzione ma deve trovare politiche attuative e strumenti efficaci di intervento. Prima di tutto - vale la pena di sottolineare - dov’è il Ministero del Lavoro? Assistiamo ormai da alcuni anni ad una specie di latitanza, non tanto normativa ma piuttosto di indirizzo, stimolo, dibattito sull’applicazione della norma.
 
In questa tragica occasione si inserisce una, condivisa breve nota del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella per il quale "Il nostro Paese non può rassegnarsi a subire morti sul lavoro. E' indispensabile che le norme sulla sicurezza nel lavoro vengano rispettate con scrupolo e i controlli devono essere attenti e rigorosi". Ecco il punto!
 
Condividiamo questo messaggio del Presidente cogliendone due semplici ed importanti indicazioni. Da un lato il rispetto scrupoloso delle norme. E questo spetta a tutti gli operatori della sicurezza: datori di lavoro, dirigenti, rappresentanti dei lavoratori, R.S.P.P., consulenti. Del resto il rispetto scrupoloso della norma non è un adempimento formale ma, piuttosto, pensare ed agire in modo sostanziale con la normativa per attuare la prevenzione della salute e della sicurezza sul lavoro. A ciò deve far seguito l’azione di controllo attento e rigoroso.
 

 
 
Scopri tutto quello che possiamo offrirti e contattaci senza alcun impegno! Il Nostro servizio a 360°

LE NOSTRE SEDI:

MILANO
LUCCA
BOLOGNA
VIAREGGIO
PISA
MASSA


***CELL:347/3674033***


Email:
studioturri@gmail.com
studioturri@commercialistalucca.com

ORARIO

Dal Lunedì al Venerdì
mattino: 9:00-13:00
pomeriggio:15:00-19:00


Dicembre 2017 : Privacy e protezione dei dati personali - Sei in regola con il nuovo regolamento Europeo per la Privacy? Il 25 Maggio 2018 entrerà in vigore!
Contattaci!!